Morterone - Pian dei Resinelli - Marmary | Itinerari in moto | Foto gallery

ARABA FENICE
MARMARY
Nella vita si è ciò che si vuole essere
Vai ai contenuti
Il piccolo paesino di Morterone in provincia di Como per un totale di 270 km.

Partiamo da Verdello, e transitando per la nuova superstrada Stezzano Villa d'Almè arriviamo in poco tempo allo svincolo, a dx, con direzione Ponte S. Pietro, Lecco, SS342, teniamo sempre la principale fino allo svincolo con indicazioni per Calolziocorte che prendiamo, SP639, poco prima di Calolziocorte prendiamo a sx per Garlate, Lecco, Sp72, seguiamo sempre le indicazioni per Lecco centro transitando da: Garlate, Pescate, Pescarenico, arrivati a Lecco teniamo sempre la strada che costeggio il lago, SS36 poi diventa SP72,no superstrada, transitando da: Abbadia Lariana, Mandello del Lario, patria della famosa Moto Guzzi, Olcio, Grumo, Varenna, Riva di Gettana, Bellano, Dervio, Dorio, Colico, Trivio Fuentes, quì prendiamo a sx le indicazioni per Gera Lario, Como sulla SS340dir, transitando da: Gera Lario, Domasco, Dongo, Pianello del Lario, Prato, Rezzonico, Menaggio, Colonno, Argegno, Brienno, Lagio, Montrasio, Cernobbio, Tavernola, così facendo abbiamo percorso la vecchia strada che costeggia il lago, prestare attenzione a non seguire le indicazioni per Milano perché portano sulla nuova strada in galleria che è si più veloce ma che non transita costeggiando il lago obbiettivo quest' ultimo del nostro itinerario, arrivati a Como seguiamo le indicazioni per Bergamo transitando per la strada "Briantea SS42, passando dai paesi di: Lora, Urago, Alzate Brianza, Bulciago, Barzago, Perego ed infine Calco, quì prendiamo a dx per Cernusco Lombardone e successivamente per Paderno d' Adda con suo bellissimo ponte da cui transita anche il treno, proseguiamo per Calusco d' adda, SP166, a Carvico prendiamo a dx per Terno d' Isola, Bonate Sopra, poco dopo Bonate Sopra entriamo in superstrada, SS342, che ci porterà dopo alcuni km alla rotatoria di Stezzano, prendiamo a dx, SS42, per verdello che raggiungiamo concludendo il nostro viaggio odierno.

Osservazioni:
Le strade percorse sono buone visto anche il periodo, 1 gennaio 2012, come ho già avuto modo di scrivere sopra bisogna prestare molta attenzione a non entrare in galleria quando ci sono le indicazioni "doppie" del tipo "dritto Milano - Como, a dx Lago e Como" bisogna prendere sempre quelle con le indicazioni "Lago".

Curiosità:
Il lago di Como è il terzo lago italiano come superficie con 145 km² e il primo per sviluppo perimetrale con 170 km. È il quinto bacino più profondo d'Europa con i suoi 410 metri dopo 4 laghi norvegesi. Raggiunge una lunghezza di 46 km (Gera Lario - Como) ed è largo da 650 metri a 4,3 km. Bifido fiordo interamente scavato nella cerchia delle prealpi lombarde, con una caratteristica forma a "Y" rovesciata o, come recita un diffuso detto locale, a forma di uomo: « Il lago di Como ha la forma di un uomo, una gamba a Lecco e quell'altra a Como, il naso a Domaso ed il sedere a Bellagio. »

Strumentazione:
Per tracciare il percorso abbiamo usato il software Tyre con l'abbinamento di Google Maps, software free molto potente, e il software Autoroute© 2010, la carta stradale della Lombardia, durante il tragitto ci siamo serviti del navigatore satellitare Tom-Tom Rider.
Utility:
File itinerario:  Gallery Foto: Mappa Itinerario:
Grafica e immagini by MARMARY.com, è vietato il loro utilizzo se non con consenso scritto.
Grafica e immagini by MARMARY.com
Torna ai contenuti