Passo Maloja - Passo San Gottardo - Marmary | Itinerari in moto | Foto gallery

ARABA FENICE
MARMARY
Nella vita si è ciò che si vuole essere
Vai ai contenuti
Passo Maloja - Passo del San Gottardo per un totale di 540 km.

Partiamo da verdello e transitando da: Ponte S. Pietro, Pontida, Calolziocorte arriviamo a Lecco, prendiamo la super strada, SS36, che teniamo fino allo svincolo per Chiavenna che prendiamo, arrivati a Chiavenna prendiamo a dx per il Passo del Maloja 1.815 m/slm, strada 3, transitiamo dal passo e teniamo sempre la principale fino a Silvaplana quì, prendiamo a sx per il Passo Julierpass 2.284 m/slm, sempre sulla strada 3, transitiamo dal passo dopo alcuni km e scendiamo verso Tiefencastel transitando da: Marmorera, Rona, Cunter, arrivati a Tiefencastel prendiamo a sx, sempre sulla strada 3 successivamente diventa strada 3, per Chur transitando da:Clavadoiras, Valbella, Parpan, Tanzplatz, Burg, a Chur prendiamo, a sx, strada E43, per Andermatt transitando per: Flims, Passo Oberalpass 2.046 m/slm, scendiamo dall' Oberalpass e arriviamo a Andermatt, quì prendiamo a sx seguendo le info per il Passo del San Gottardo 2.091 m/slm, dopo una meritata sosta al passo scendiamo percorrendo la famosa strada denominata "Tremola" causa il suo manto stradale in cubetti di porfido non facciamo quella nuova è noiosa e non concede nulla al panorama che merita di essere visto. Arrivati a Airolo praticamente finisce la parte dell' itinerario più bella, sia lato guida che lato panorama, prendiamo la strada 2 che ci porterà alla frontiera di Chiasso transitando da Biasca, Bellinzona, Lugano, passiamo la frontiera a Chiasso e seguiamo le info per Como, strada E45, transitiamo da: Orsenigo, Costa Masnaga, Bevera di Sirtori, Calco, quì prendiamo a sx per Cisano Bergamasco, da quì in poi ripercorriamo a ritroso la stessa strada della mattina arrivando a Verdello.

Osservazioni:
La strade percorse, sono in generale molto belle e lato panorama appaganti, non per polemizzare ma passata la frontiera il manto stradale è tutta un' altra cosa.... Trovo che la Svizzera abbia a suo favore rispetto alle nostre montagne delle vallate molto ampie e posso dire tenute in maniera maniacale, questo basta per scrollarci di dosso i parecchi km che ci vogliono per arrivarci.

Curiosità:
Nel 1882 fu inaugurato il famoso tunnel della Ferrovia del Gottardo assieme alla Ferrovia diretta del Gottardo, mentre quasi 100 anni più tardi fu la volta della galleria autostradale. Eppure, coloro che passano sempre nei tunnel si perdono le cose essenziali. Almeno una volta si dovrebbe imboccare il sentiero che attraversa la Gola della Schöllenen e l'arida Valle di Orsera per raggiungere il valico: che sia a piedi, che sia su un nostalgico autopostale o su un tiro a cinque come ai tempi della famosa posta del San Gottardo nel XIX secolo.
Davvero mozzafiato è la corsa sulla strada della Tremola, coperta con l'acciottolato, lungo il versante sud del Passo del Gottardo; questa congiunge Airolo al valico su serpentine rompicollo ed è considerata il manufatto viario storico più lungo della Svizzera.


Strumentazione:
Per tracciare il percorso abbiamo usato il software Tyre con l'abbinamento di Google Maps, software free molto potente, e il software Autoroute© 2010, la carta stradale della Lombardia e della Svizzera, durante il tragitto ci siamo serviti del navigatore satellitare Tom-Tom Rider.
Utility:
File itinerario:  Gallery Foto: Mappa Itinerario:
Grafica e immagini by MARMARY.com, è vietato il loro utilizzo se non con consenso scritto.
Grafica e immagini by MARMARY.com
Torna ai contenuti