Valvestino - Magasa - Cima Rest - Marmary | Itinerari in moto | Foto gallery

ARABA FENICE
MARMARY
Nella vita si è ciò che si vuole essere
Vai ai contenuti
Valvestino - Magasa - Cima Rest per un totale di 270 km.

Partiamo da Verdello entriamo in A4 (Milano - Venezia) a Dalmine (BG) per uscire al casello di Desenzano alla volta di Salò sul lago di Garda, giunti alle porte di Toscolano prendiamo a dx per la Valvestino, teniamo sempre la strada principale nel bel Parco dell' Alto Garda Bresciano fino all'indicazione, sulla dx, Magasa - Cima Rest, percorriamo la strada che dopo alcuni km ci porterà al paese di Magasa e successivamente alla Cima Rest (prima del paese a dx) in mezzo alla natura lontani dal traffico caotico del Garda, arrivati in cima ci fermiamo per le classiche foto di rito e per ammirare i classici fienili che compongono il luogo, c'è anche un museo che noi purtroppo abbiamo trovato chiuso. Scendiamo a ritroso fino al bivio, a dx per il lago d'Idro che prendiamo, arrivati a Idro prendiamo a dx per Brescia, sulla strada tocchiamo i paesi di : Lavenone, Vestone, Barghe, quì prendiamo a dx con direzione Odolo, Lumezzane nella bella Val Sabbia, arrivati a Lumezzane proseguiamo sempre in direzione Brescia e successivamente Verdello.

Osservazioni:
Un itinerario ricco di luoghi di interesse storico e paesaggistico, che appagherà i vostri appetiti di mototurista e, se volete anche quelli culinari, con piatti tipici del luogo.
Le strade come da itinerario, nella parte centrale, sono strette e tortuose, bisogna prestare la massima attenzione, frequentemente sono presenti sassi e sporco di vario genere ma, come già detto il tutto in una pace irreale e con paesaggi stupendi.

Curiosità:
I Fienili di Cima Rest, testimonianza di architetture rurali uniche, con sicure influenze di paesi dell'est europeo, dalla particolare tipologia costruttiva, i fienili sono la caratteristica principale del borgo di Cima Rest nel comune di Magasa. I più antichi risalgono al 1600. Abitati tutto l'anno e suddivisi razionalmente secondo l'esigenza dei contadini avevano il piano rialzato in assi di legno per la raccolta del foraggio ed il pianoterra adibito anche a stalla e magazzino.

Strumentazione:
Per tracciare il percorso abbiamo usato il software Autoroute©, la carta stradale della Lombardia ,durante il tragitto ci siamo serviti del navigatore satellitare Tom-Tom Rider.
Utility:
File itinerario:  Gallery Foto: Mappa Itinerario:
Grafica e immagini by MARMARY.com, è vietato il loro utilizzo se non con consenso scritto.
Grafica e immagini by MARMARY.com
Torna ai contenuti